Ostensione dei formulari di identificazione rifiuti

Ostensione dei formulari di identificazione rifiuti

AmbientaleDicembre 15, 2018

La Terza Sezione del TAR per la Sicilia di Catania ha stabilito, con la sentenza n. 715 del 5 aprile 2017, che è sempre ammissibile l’ostensione dei formulari di identificazione dei rifiuti, in quanto rientranti nella nozione di informazione ambientale ex art. 2 Dlgs. 195/2005.

Nel caso di specie, la ricorrente aveva partecipato ad una gara di appalto per il servizio di locazione e pulizia spurgo di bagni mobili ecologici in occasione di una festa patronale, arrivando al secondo posto.

Successivamente aveva presentato istanza di accesso alla documentazione relativa alla procedura selettiva, sulla base dei principi di trasparenza amministrativa ed amministrativa ambientale.

Tuttavia, il Comune ha negato l’accesso ad alcuni atti per ragioni di riservatezza, in quanto l’aggiudicatario del bando aveva richiesto la non divulgazione dei propri dati sensibili.

Il massimo giudice amministrativo, riprendendo anche dei precedenti della medesima sezione (sent. n. 2936 del 14.11.2016), ha stabilito l’ostensione dei formulari di identificazione dei rifiuti perché si tratta di ipotesi speciale (informazione ambientale) , per la quale non solo non è necessario dimostrare un interesse qualificato, ma è altresì ammessa una forma di controllo dell’operato dell’amministrazione.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4,75 out of 5)
Loading...